Home / Eventi / Il ministro Lotti benedice il progetto del nuovo campo da rugby
Il ministro Lotti benedice il progetto del nuovo campo da rugby

Il ministro Lotti benedice il progetto del nuovo campo da rugby

Non è cosa da tutti i giorni avere in visita al campo da rugby il ministro dello Sport, Luca Lotti. Ancor più emozionante se alla sua visita, in presenza anche del presidente Fir Alfredo Gavazzi, si unisce la presentazione del secondo campo da rugby cittadino. Non caso ieri al Toti Patrignani erano presenti almeno duecento persone per salutare il ministro e scoprire dalle parole del sindaco Matteo Ricci il progetto del secondo campo.
“Per noi lo sport parte da questo tipo di interventi – ha esordito il ministro Lotti – Tutto parte da campi come questo, tutto ha inizio in realtà locali ed è importante concentrare le risorse nelle società sportive di base. Mi ha fatto piacere quando Matteo ha presentato questo progetto, trovando la strada dei fondi europei, che negli ultimi sette anni l’Italia aveva sempre rimandato indietro in Europa. Invece così i soldi restano in Italia e investiamo in infrastrutture sportive che fanno sociale e welfare. Ora prendiamo un altro impegno, facciamo partire prima possibile le gare d’appalto e che fra un anno si possa fare la festa del rugby Pesaro e di tutta la città, la festa di chi dalle parole passa ai fatti”.
Un progetto ormai definito in tutti i dettagli come ha spiegato il sindaco Matteo Ricci: “E’ stato fortemente discusso con la società e al termine dei lavori ci sarà un campo principale in erba per il quale rifaremo l’illuminazione e un secondo in sintetico. Se non avessimo avuto problemi per l’area avremmo guadagnato qualche mese, ma in accordo con la società abbiamo acquisito una parte di terra dai privati per il secondo campo. Ora comunque possiamo partire con le gare e ci auguriamo di poter inaugurare il campo fra un annetto”. Un intervento figlio di Pesaro Città europea dello Sport: “Il milione di euro di fondi lo abbiamo ottenuto dal Cipe proprio perchè siamo Città europea dello sport. Attenzione particolare la meritava il rugby, nato attorno a tanti appassionati e che in questi anni è cresciuto moltissimo, con un settore giovanile straordinario e una club house che è il luogo della socialità. Il rugby meritava questo riconoscimento, con una prima squadra arrivata in serie A, grandi giocatori e giovani in nazionale”.
Lo stesso presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi ha ringraziato ministro e sindaco per l’intervento: “E’ un giorno importante per il rugby e la società. La crescita del rugby è in funzione dell’impiantistica. Dove c’è casa c’è opportunità di crescere”.
In chiusura il dono al ministro da parte del presidente della Paspa Pesaro Rugby, Simone Mattioli, della maglia della società: “Dopo 50 anni avremo un secondo campo e ci fa piacere coronare questo risultato in presenza del ministro. Siamo davvero grati al comune per questo risultato”.

Commenti

commenti

Scroll To Top
rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide